Fasi di Consulenza

Vi sono molteplici soluzioni, che vanno adottate in base alle esigenze, che consentono di tracciare una strategia definitiva alla risoluzione delle problematiche.

Consulenza Conoscitiva

Viene effettuata da parte del consulente incaricato una prima consulenza conoscitiva all’imprenditore identificato nella figura del Legale Rappresentante Pro-Tempore dell’azienda (Amministratore Unico, Presidente del Consiglio di Amministrazione o Amministratore Delegato) volta a comprendere sostanzialmente l’andamento dell’impresa e le eventuali criticita’ in essere.

In questa fase vengono richiesti preliminarmente all’imprenditore oltre la finalita’ del check-up aziendale i seguenti dati: ultimi 3 bilanci approvati e ultima situazione economica e patrimoniale infra annuale previa sottoscrizione da parte dell’imprenditore del modulo privacy.

Questa fase viene condotta di solito negli uffici dell’azienda su richiesta dell’imprenditore.

Analisi di bilancio

Vengono presi in considerazione gli ultimi 3 bilanci approvati dell’azienda nonche’ l’ultimo bilancio provvisorio disponibile.
Attraverso l’analisi di bilancio vengono individuati indici e grafici della situazione patrimoniale, reddituale e finanziaria dell’azienda.

Viene valutata la reale capacita’ di ricorso al credito dell’impresa con il calcolo del Rating Basilea 2.
Viene valutata inoltre il rischio di fallimento dell’azienda.

In particolare l’analisi comprende le seguenti valutazioni:

  • Sintesi di Stato Patrimoniale
  • Conto Economico riclassificato a Valore Aggiunto
  • Analisi grafica dello stato patrimoniale: Struttur
  • Analisi grafica dello stato patrimoniale: Composizione
  • Analisi per indici
  • Analisi equilibrio strutturale aziendale
  • Calcolo rischio di fallimento
  • Calcolo del Rating

Analisi dei costi, determinazione del margine di contribuzione, break even point e break even time

Vengono analizzate tutte le voci di costo (costi fissi e costi variabili) riferite sia ai bilanci storici sia alla situazione corrente. Si procede quindi alla determinazione del Margine di contribuzione lordo al fine di calcolare il Break even point ovvero il volume di ricavi che porta l’azienda in equilibrio. Inoltre sulla scorta del rolling forecast viene determinato il Break even time. Questa attivita’ viene condotta con il supporto in remoto di un amministrativo dell’azienda.
In particolare l’analisi comprende le seguenti valutazioni:

  • Calcolo del Margine di contribuzione medio
  • Determinazione dei costi fissi
  • Determinazione del Break even point
  • Determinazione del Break even time

Esame della posizione debitoria aziendale

Si prende in considerazione la voce Debiti dello stato patrimoniale spacchettandola nelle sue componenti di formazione andando ad analizzare nel dettaglio le varie voci per discernere le posizioni allo stato “in bonis” piuttosto che le posizioni “incagliate” o “in sofferenza”. Questa attivita’ viene condotta con il supporto in remoto di un amministrativo dell’azienda.

In particolare l’analisi comprende le seguenti valutazioni:

  • Debiti finanziari
  • Debiti commerciali (assistiti da garanzie collaterali)
  • Debiti tributari
  • Impegni
  • Debiti incagliati o in sofferenza

Calcolo posizione finanziaria netta (PFN)

Si procede alla determinazione sulla scorta delle risultanze contabili della Posizione Finanziaria Netta (PFN) dell’azienda ovvero l’esposizione totale finanziaria dell’azienda.

Risanamento Aziendale

Il processo di risanamento aziendale si rende inevitabile nel momento in cui l’impresa entra in profonda crisi di liquidita’.
I nostri consulenti intervengono a fianco dell’imprenditore per determinare o meno un piano di rilancio dell’impresa sulla scorta di considerazioni di natura economico – finanziaria.
In questo frangente molto delicato, in caso di decisione di continuare l’attivita’, vengono poste in essere tutte le attivita’ per consentire all’impresa la gestione chirografaria del debito corrente, per minimizzare i costi al fine di garantire un ritorno dalla gestione caratteristica atto a coprire i debiti consolidati e le obbligazioni correnti.

Ristrutturazione del Debito

Il servizio di ristrutturazione del debito stragiudiziale consente alle imprese in situazioni di crisi di liquidita’ transitoria di poter continuare la propria attivita’. Il consulente contatta direttamente i Vs. creditori al fine di trovare soluzioni sostenibili di rientro delle posizioni debitorie.
La sostenibilita’ di rientro mediante la ristrutturazione del debito viene settata mediante un’analisi congiunta dei flussi di cassa aziendali al fine di garantire che il piano di ristrutturazione del debito stragiudiziale vada a buon fine e l’azienda possa continuare ad operare senza essere assogettata a procedure concorsuali.

Punti di forza:

  • Ristrutturazione del debito in modalità stragiudiziale
  • Non ricorso a procedure concorsuali (Accordi di ristrutturazione dei debiti o Concordato preventivo, Fallimento)
  • Possibilità di continuare l’attività aziendale ripagando i debiti scaduti nel medio termine
  • Supporto di un consulente qualificato con competenze gestionali e finanziarie appropriate.

Operazioni Straordinarie

Con il termine operazioni straordinarie si indica un’ampia classe di operazioni volte a riconfigurare la struttura aziendale, gli assetti di governance, le risorse umane e patrimoniali ed i profili di gestione. In particolare le finalita’ per cui porre in essere un’operazione straordinaria possono avere come scopo l’ingresso in nuovi mercati, ricerca di una posizione di leadership nel mercato, accesso a nuovi beni patrimoniali, necessita’ di focalizzarsi sul core business, ricerca di sinergie per conseguire una maggiore efficienza, perseguire politiche di diversificazione e conseguire obiettivi finanziari.
Nel porre in essere le predette attivita’ i consulenti accompagneranno l’imprenditore al fine di applicare alle stesse i fattori critici per ottenere un’operazione di successo. Il consulente accompagnera’ l’azienda lungo tutto il ciclo di vita dell’operazione: Progetto della soluzione, Due Diligence e Negoziazione, Transizione e Gestione.

MERGER& ACQUISITION

Per Merger & Acquisition (M&A) si intendono le operazioni di finanza straordinaria che portano alla fusione di due o più società.
Merger e’ da intendersi come fusione vera e propria e con tale operazione le società partecipanti alla fusione cessano la loro esistenza giuridica per far confluire i loro asset in una nuova società.
L’Acquisition e’ una forma di fusione per incorporazione in cui una società (l’incorporante) mantiene la propria identità giuridica incorporando altre società che cessano di fatto di esistere. In questo ultimo caso quindi non nasce una nuova società.

La spinta ad utilizzare questa forma di aggregazione e’ dovuta in buona sostanza a motivi di natura commerciale per meglio fronteggiare la concorrenza, a motivi di masse critiche da raggiungere e gestire per il conseguimento di economie di scala, per motivi legati alla finanza nel senso di operare risanamenti e consolidamenti finanziari o per favorire l’accesso alla quotazione nei mercati mobiliari.
In questa delicata fase i nostri consulenti faranno in modo di dare supporto di assistenza dalla fase di studio di fattibilità.